Una vacanza per ritemprare lo spirito in una romantica residenza nel borgo di Scheggino

sabato 16 agosto 2014

La cascata delle Marmore

La Cascata delle Marmore, il fiore all'occhiello della provincia di Terni, è un'opera artificiale di sistemazione idraulica voluta dai Romani. Il console Curio Dentato fece scavare un canale per convogliare le acque del fiume Velino, defluite nel lago di Piediluco, verso la rupe di Marmore con un balzo complessivo di 165 metri, nel sottostante alveo del fiume Nera. Tra le più alte e suggestive d'Europa, l'acqua scorre impetuosa formando tre salti spettacolari. Per visitare la Cascata occorrono solo 30 minuti; completa dei sentieri, del Belvedere e del Balcone degli Innamorati occorrono circa 3 ore. All’interno dell’area escursionistica è possibile percorre 4 sentieri tracciati e segnalati che permettono al visitatore di osservarla da punti di vista panoramici di suggestiva e rara bellezza.  Il periodo migliore è in estate per ammirare la natura verdissima e l'arcobaleno che si forma in controluce sullo sfondo dell'acqua.